ABETE YAMADORI

ABETE YAMADORI

Testo e foto di Nicola Crivelli

tratto da articolo  Bonsaitalia ARTE E NATURA n° 49

E’ difficile trovare in natura materiali con tutti i requisiti necessari per farne un buon bonsai, il nebari (base del tronco) spesso è difettoso (come in questo caso), i rami non sono quasi mai nella posizione necessaria (come in questo caso).

Ciò nonostante una pianta raccolta in natura (yamadori) e possibilmente ad alta quota possiede delle qualità impossibili da trovare anche nel migliore prebonsai.

Quando ho acquistato questo abete sono stato colpito dal carattere molto naturale dei rami sinuosi con un movimento a zig zag ripetuto anche nei jin e degli shari parzialmente cicatrizzati tipici dell’essenza.

E anche dai difetti: un nebari con grosse radici che cresceva in un unica direzione, creando un angolo marcato; un grosso ramo che parte dal tronco quasi ad angolo retto; un altro ramo che parte da dietro l’apice con movimento ad arco.

Le prime foto risalgono al gennaio 2003, la prima impostazione fu eseguita durante il mio XI° corso della Scuola d’Arte Bonsai nell’ aprile 2004, la seconda impostazione è stata eseguita nell’ ottobre 2005 in occasione del XIV° corso.

Tra le due impostazioni, nella primavera del 2004, la pianta è stata rinvasata in un vaso bonsai.

Nonostante l’apparato radicale fosse costituito da grosse radici laterali, con l’aiuto di Fernando, colui che l’aveva raccolto in montagna, siamo riusciti a collocarlo, siccome non c’erano radici fittonanti, in un vaso poco profondo,.

I capillari, si trovano comunque per la maggior parte alle estremità di queste grosse radici che con il tempo andranno ridotte.

Il Maestro Suzuki, che nella prima impostazione mi aveva lasciato lavorare questo abete seguendo uno stile personale, che rispettava il naturale andamento dei rami e lo spirito della pianta, mi ha detto in seguito che all’inizio non era convito dello sviluppo di tale impostazione, comunque ora trova che con pochi anni di mochikomi ed un vaso appropriato, potrebbe diventare un bonsai importante.

1 Il fronte con la folta chioma intricata

2 Il retro lascia intuire la sua posizione in natura. Inclinato o semi cascata

3 La prima impostazione XI° corso 16/4/04

4 In luglio 2005 la nuova vegetazione dopo il rinvaso

5 Prima della re impostazione 9/10/05.

6 l’abete al termine della seconda impostazione 15/10/05

7 Aprile 2004 XI° corso, si cerca il possibile fronte, da questo lato però il tronco si presenta troppo rigido, anche se il piede non è male

8 Spesso con l’aiuto del Maestro si esamina il materiale,cercandone i pregi e i difetti, si procede quindi a fase di sfoltimento

9 Il fronte e l’inclinazione del tronco sono stati individuati

10 E’ stata eseguita la scelta dei rami per formare l’apice, ed iniziata la filatura del primo ramo

11 L’abete visto di lato

12 La zona del primo ramo e gli interessanti jin naturali che verranno incorniciati dal primo e secondo ramo che si snoderanno sopra di essi

13 Particolare del jin a saetta

14 Particolare jin e partenza del primo ramo

15 L’apice prima dell’impostazione

16 Secondo ramo

17 Movimento dei due rami che formano il secondo ramo

18 L’apice a impostazione effettuata 16/4/04

19 apice vegeta

20 L’apice alla seconda impostazione 9:10:05. Si è sviluppato l’unico ramo di destra mentre è stato accorciato quello di sinistra

21 L’insieme dei palchi di sinistra

22 Prima impostazione

23 seconda impostazione

XIV° corso ultimo giorno, presentazione a fine lavoro con relativo commento del Maestro

Crespi Cup 06

abete – 20/8/07

Rami posteriori

rimodellato 20-8-07

Arona

Contone 07

Nationale Ausstellung Schinznach 2008

Si discute con Dan Barton

27-7-08 preparazione per Saint Vincent

28-7-08
due giorni no stop di filo fine

Congresso BCI-IBS

28-11-08   neve

10-12-08

AUTUNNO

PREMI PRESIDENTE UBI GIAREDA 5 – 6 Settembre 2009

Congresso AIAS 09 1° Concorso Bonsai Club Ticino

Festival del Bonsai 09 – Premio IBS

Sotto il cielo d’inverno 26:2:2010

Yon Shun-Ten 19 – 21 marzo 2010 1° PREMIO

BONSAIart

Menzione UBI 2010 – San Marino

UBI 2010

18:5:2010

EBA & ESA Convention 2010

foto ufficiale EBA

bonsai kunst nr. 54

3° Classificato
Crespi Cup 2010

SAKKA TEN 2010

Rivalta Torinese 23/9/11

1er Prix – Festival international du bonsai 2011
8 – 9 OTTOBRE Saulieu

Noelanders Trophy XIII -2012- Nominated tree

http://www.calameo.com/read/000213706c8aa5b60fad4

bonsai kunst

Noelanders Trophy XIII

12 thoughts on “ABETE YAMADORI

  1. Pingback: Bonsai Focus | Kitora no do

  2. Pingback: bonsai kunst | Kitora no do

  3. Pingback: Seki Kazari | Kitora no do

  4. Pingback: Noelanders Trophy XIII | Kitora no do

  5. Pingback: Video-EBA Zürich 2010-shortversion | Kitora no do

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...